Luce pulsata


Cosa è la luce pulsata?

La luce pulsata o IPL (Intense Pulsed Light) è una tecnica terapeutica ad emissione di energia luminosa le cui peculiari caratteristiche consentono il trattamento di una vasta gamma di inestetismi e problematiche della pelle che vanno, dai disturbi della pigmentazione al fotoringiovanimento, per arrivare al trattamento dell’ irsutismo e dell’ ipertricosi.

La sorgente luminosa di luce pulsata infatti, utilizza luce ad onde non in fase (luce non coerente), con più direzioni di propagazione (luce non collimata) e, soprattutto, con un ampio spettro di lunghezza d’onda (luce policroma), ognuna delle quali trova applicazione per la soluzione di una determinata problematica ed infatti, al fine di utilizzare soltanto la lunghezza d’onda specifica per un determinato trattamento, si utilizzano dei filtri in grado di bloccare l’emissione di tutte le altre.

 

 

Campi di applicazione della luce pulsata

In medicina estetica, la luce pulsata permette di trattare in modo efficace una gamma di problematiche che possono sintetizzarsi:

  • NEL FOTORINGIOVANIMENTO: l’impulso di “luce pulsata” che incontra la cute, è in grado di stimolare, in maniera non invasiva, i fibroblasti inducendo così, la produzione di nuove fibre di collagene con conseguente miglioramento del tono delle pareti vasali e determinando il riempimento delle rughe. Il trattamento conferirà alla pelle un bellissimo effetto pelle di porcellana”
  • NELLA FOTOEPILAZIONE: la luce della “luce pulsata” raggiungendo gli strati più profondi del follicolo pilifero, attraverso il processo di fototermolisi selettiva (assorbimento da parte della melanina del pelo), determina la distruzione termica del follicolo, senza alcun danno dei tessuti circostanti aiutando nel processo di depilazione definitiva.
  • NEI PROBLEMI DI PIGMENTAZIONE: il diffuso stimolo termico della luce pulsata determina, nella zona colpita da una macchia scura cutanea, la distruzione della melanina degli starti più profondi dell’epidermide, favorendo così la scomparsa dell’ipercromia