Plasma exeresi


Il plasma exeresi o bioexeresi è un trattamento innovativo con il quale si possono ottenere risultati paragonabili alla chirurgia senza l’utilizzo del bisturi, senza provare dolore, senza punti, cerotti o medicazioni, in modo che il paziente possa tornare immediatamente alle proprie attività quotidiane.

Il medico, esperto di questa tecnica, utilizza uno strumento chiamato “plexr” che permette di intervenire in maniera sicura e veloce, trattando i tessuti con un processo di sublimazione, ovvero facendoli passare direttamente dallo stato solido a quello gassoso, agendo solamente nell’area che interessa senza coinvolgere quella circostante.

 

Si possono trattare con successo:

  • Fibromi, xantelasmi, verruche, cheloidi
  • Macchie cutanee solari, cloasma, melasma
  • Tatuaggi
  • Acne
  • Cicatrici post-acneiche e non
  • Smagliature
  • Rughe
  • Tessuto eccedente viso e corpo (palpebre, addome, collo …)

Lo strumento è del tutto rivoluzionario nell’ambito della Medicina Estetica perché consente di risolvere molteplici situazioni e richiede sedute di pochi minuti.

E’ particolarmente indicato nei trattamenti delle zone oculari nei casi di:

A) Blefaroplastica
Si parla, con questa metodica, di blefaroplastica non ablativa in quanto la cute in eccesso, sia sulla palpebra superiore che in quella inferiore, viene eliminata senza l’utilizzo del bisturi come invece richiede la blefaro chirurgica classica. (approfondisci Blefaroplastica non chirurgica)

B) Rimozione degli xantelasmi, delle macchie di color giallastro che si formano sulle palpebre, sempre senza l’utilizzo dell’anestesia e senza che si formino delle cicatrici.

Un’altra area in cui è valido l’utilizzo del plasma exeresi è il trattamento delle discromie della pelle e delle aree tatuate, grazie al quale si possono ridurre, modificare, eliminare tatuaggi artistici policromi e monocromi e correggere lavori errati di trucco semipermanente.
Grazie al processo di sublimazione, possono essere, inoltre, rimosse verruche, fibromi e formazioni acneiche in fase attiva o esiti cicatriziali.

Nelle aree trattate con la tecnica del plasma exeresi si formeranno delle piccole crosticine, talmente piccole che cadranno da sole nella settimana successiva al trattamento, durante la quale il semplice fondotinta potrà nasconderle. Questa tecnica, grazie al processo di sublimazione, provoca inoltre un peeling meccanico, che rimuove velocemente il primo strato cutaneo rendendo subito la pelle molto levigata, luminosa e compatta e, cosa assolutamente importante, una penetrazione più efficace della crema abitualmente utilizzata.
Durante il trattamento di plasma exeresi è possibile somministrare delle sostanze che vanno a stimolare l’attività dei fibroblasti, cellule della pelle che producono collagene, acido ialuronico, elastina ed altre sostanze, con un miglioramento dell’idratazione della pelle e quindi di tutto il suo aspetto.
La tecnica del plasma exeresi è molto apprezzata e richiesta da donne e uomini, proprio per la sua semplicità di esecuzione, per l’azione sofisticata e precisa nei diversi casi, per la sicurezza e la piena soddisfazione dei risultati.


Chiama