Depilazione definitiva


Cosa è la depilazione definitiva.

Ogni donna sogna di poter dire addio ai peli superflui e vedere la propria pelle definitivamente liscia ed immacolata!

Oggi, non è più una chimera ma un obiettivo assolutamente raggiungibile grazie all’epilazione definitiva che, di fatto, sancisce il definitivo superamento delle tecniche di depilazione classiche: rasatura, pinzette, ceretta e creme depilatorie.

Con dette tecniche infatti, si ha la semplice asportazione di una sola parte del pelo; quella esterna che emerge dalla pelle, con l’ovvia conseguenza della sua naturale ricrescita e della necessaria nuova rimozione dopo un tempo più o meno breve. Non solo, ma con dette tecniche di natura temporanea, è anche frequente il verificarsi di alcuni spiacevoli effetti collaterali quali follicoliti e peli incarniti che a loro volta sono causa di piccole cicatrici e di antiestetiche macchie scure.

Con “l’epilazione” invece, si opera una rimozione di tutto il pelo in ogni sua parte. Insieme al fusto cioè, si ha l’eliminazione dell’intera matrice pilifera del pelo trattato, con la conseguente inibizione della sua ricrescita. Di qui l’aggettivo “permanente”, nel senso che, sui follicoli attivi trattati, il risultato ottenuto permarrà nel tempo.

 

Come agisce la depilazione definitiva.

Le metodiche di epilazione (epilazione laser o con luce pulsata) si fondano sull’emissione di un impulso luminoso che, interagendo con il follicolo pilifero trattato attraverso un processo di “termolisi selettiva”, ne determina la distruzione.

Il fascio di luce emesso infatti, penetrando la pelle e trasformandosi in energia termica, colpisce unicamente precisi bersagli tessutali, ossia la melanina (il pigmento che colora il pelo) e la utilizza per distruggere la papilla germinativa e bruciare la radice del pelo.

E’ questo il motivo dell’inefficacia dell’epilazione, sui peli bianchi o i peli molto chiari; quelli cioè che presentano una scarsa o nulla quantità di melanina!

Naturalmente, nonostante si parli di energia termica e quindi di calore, il trattamento, oltre ad essere efficace, è anche di assoluto confort per il paziente. Mentre il fascio di luce e la conseguente energia termica arriva a colpire la radice del pelo infatti, la superficie della pelle circostante è assolutamente protetta da un sistema di raffreddamento degli appositi manipoli utilizzati, tale da rendere il trattamento assolutamente indolore per il paziente ed anche privo di alcun effetto collaterale che possa ostacolare in alcun modo la ripresa immediata delle normali attività quotidiane.

 

Quali sono i benefici della depilazione definitiva

 

Con poche sedute, la depilazione definitiva assicura l’eliminazione, fino al 90% del patrimonio pilifero della zona trattata.

Il numero di sedute necessarie, non è preventivamente quantificabile con esattezza considerato che, il risultato desiderato dipenderà, oltre che dalle caratteristiche della zona trattata, soprattutto dalla risposta individuale del paziente che, a sua volta, sarà condizionato dall’interazione di numerose variabili quali: il tipo di pelo, il colore, la profondità, la situazione ormonale e la pigmentazione della cute (fototipo).

In alcuni casi può verificarsi che, nel corso del tempo, qualche pelo possa ricrescere o meglio, possa tentare di ricrescere, in quanto avrà un diametro talmente ridotto da consentire di poter parlare, di ricrescita nulla e di risultato ottenuto “permanente”.

In ogni caso, cicliche sedute di mantenimento a distanza di mesi, diversamente quantificabili a seconda dei casi, consentiranno il consolidamento del risultato.

 

Esistono controindicazioni?

Posto che con le metodologie di depilazione definitiva possono essere trattate tutte le parti del corpo anche quelle ritenute maggiormente delicate, restano escluse dal trattamento le donne in gravidanza e i soggetti che si sono esposti al sole in momenti ravvicinati alla seduta o che utilizzano abitualmente lampade abbrozzanti.

Il trattamento infatti, non può essere eseguito su pelli abbronzate; tanto è vero che, i risultati più efficaci si hanno quando esiste una marcata differenza cromatica tra il bulbo pilifero e la pelle circostante.

Anche successivamente al trattamento è assolutamente controindicato esporsi al sole per alcuni giorni ed è consigliata l’applicazione di schermi solari ad alta protezione soprattutto nelle zone fotoesposte.


Chiama